“Video, drone, scherzi”. La Juve in mano a Sarri

Pubblicato 12 luglio 2019

“Video, drone, scherzi”. La Juve in mano a Sarri

Primo giorno completo in campo, in attesa di Ronaldo. Valdifiori e Croce raccontano i metodi del tecnico

12 luglio Milano

Cristiano arriverà sabato e, questo è sicuro, comincerà a postare fotografie delle vittorie nelle partitella di fine allenamento. Gli animi competitivi non si stancano di dominare. Per ora, invece, su Instagram si rintracciano solo suoi successi a tennis e compagni in maglia nera alla Continassa.

PARLANO GLI EX – La Juve ha usato il pallone dal primo giorno, non si è negata una partitella e ha provato a rompere il fiato divertendosi. Ascoltando gli ex calciatori di Sarri, si può avere una conferma: MS in ritiro comincia dall’organizzazione della linea difensiva, dai movimenti in fase di costruzione e non nega il pallone. I testimoni sono Mirko Valdifiori e Daniele Croce: se uno juventino vuole capire che cosa farà Sarri in questi giorni, perché non chiedere a loro? Valdifiori spiega che c’è un filo rosso, una linea comune nello stile-Sarri: «A Empoli e Napoli per i primi giorni usava lo stesso metodo. Al mattino a volte lavorava con due gruppi separati: i difensori da una parte, centrocampisti e attaccanti dall’altra». Croce dice che Sarri è stato uno degli allenatori meno duri che abbia avuto e sorride, come per ringraziarlo: «Ha ritmi alti negli esercizi con la palla ma non è un allenatore che sfianca. Gli esercizi con lui non sono noiosi, ti fa stare bene anche perché si capisce che hanno un obiettivo».

Fonte: GAZZETTA.IT


Tags: , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
“Video, drone, scherzi”. La Juve in mano a Sarri
Rating dell'autore