United e poi City per i Blues Così Sarri si gioca il posto

Pubblicato 18 febbraio 2019

Chelsea, prima Manchester United e poi City: così Sarri si gioca il posto

Oggi allo Stamford negli ottavi di Coppa il primo esame per i Blues dopo la vittoria di Malmoe: il tecnico non si gioca solo la qualificazione ai quarti. E domenica c’è la finale di Coppa di Lega contro Guardiola

18 febbraio 2019 – Londra

Pienone allo stadio, tutto esaurito in tribuna stampa, compresi i posti più sperduti: basta questo dato di cronaca per capire che il quinto turno di FA Cup Chelsea-Manchester United vale molto di più della qualificazione ai quarti. Il remake della finale del 19 maggio 2018, vinta 1-0 con il gol su rigore di Hazard e l’addio da trionfatore di Antonio Conte alla panchina dei Blues, mette di fronte non solo due squadre che si sono affrontate 63 volte dal 1997-98 ad oggi, ma anche i club che cannibalizzano l’informazione calcistica. Da una parte il Chelsea di Abramovich, il club più volubile del pianeta Premier. Dall’altro una società che, con l’addio di Alex Ferguson nel 2013, non riesce a trovare continuità in panchina. Ole Gunnar Solskjaer martedì scorso sembrava ad un passo dalla nomina a manager a tutto tondo dopo l’assunzione ad interim del 19 dicembre 2018 e undici gare senza sconfitte. Il k.o. di Champions con il Psg all’Old Trafford ha frenato la sua ascesa.
ESAME PER MAURIZIO — Il Chelsea sta peggio. Sarri a novembre era il nuovo messia. Oggi, dopo lo 0-4 di Bournemouth, lo 0-6 nella tana del Manchester City e il sesto posto in Premier, l’allenatore toscano naviga a vista. Il 2-1 di Malmoe ha abbassato il livello d’allarme, ma siamo passati dal quarto al terzo: un eventuale k.o. stasera e un’altra batosta domenica prossima nella finale di Coppa di Lega con il Manchester City potrebbero segnare la fine dell’avventura di Sarri a Londra. “Mauriziooo” sta lottando contro mille difficoltà, ma non molla. Il successo in Svezia in Europa League, contro un avversario non irresistibile, è stato interpretato da Sarri come segnale positivo in termini di reazione da parte dei giocatori. Alla vigilia del match di stasera, ha parlato da copione Zola, finora uomo-copertina delle gare di FA Cup. Le sue parole sono un richiamo all’unità e un sostegno a Sarri: “È importante che tutti capiscano la situazione e lavorino per superarla: allenatori, giocatori e club. L’unità fa la differenza nei momenti difficili”. Una frase di un articolo pubblicato ieri dal Daily Mail ribadisce però la spietatezza di Abramovich: “Tocca a Sarri comporre il puzzle. Altrimenti, sappiamo cosa succede di solito ai manager del Chelsea”.
HAZARD — Non si finisce nei gulag, ma ti trovi senza lavoro, e magari si cerca ogni pretesto per risparmiare sugli ingaggi, trascinando il manager licenziato di turno in tribunale: Antonio Conte è l’ultimo della lista. La sfida di oggi, in cui il Chelsea cerca la quarta qualificazione di fila ai quarti del torno, è il richiamo della foresta per i campioni illustri delle due squadre. Un nome su tutti: Hazard. Le lune del belga hanno segnato la stagione dei Blues: quando ha giocato al top, il Chelsea ha vinto e convinto. Quando si è eclissato, sono maturate le batoste. Le zone d’ombra sono coincise con il ritorno di fiamma delle voci legate ad un futuro al Real Madrid. I fedelissimi di Sarri sono le migliori certezze per l’allenatore toscano: i gol di Higuain potrebbero risultare decisivi nel match dello Stamford. Il Manchester United, costretto a fare i conti stasera con le assenze di Martial, Lingard, Valencia e Darmian, avrebbe invece recapitato un’offerta mostruosa a De Gea per convincerlo a restare: un pacchetto di 100 milioni di euro lordi per cinque anni. Chiaro perché oggi non si gioca solo per i quarti di FA Cup?
Fonte: LA GAZZETTA DELLO SPORT

Tags: , , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
United e poi City per i Blues Così Sarri si gioca il posto
Rating dell'autore