Conte l’aveva contattato più volte