Spalletti, il flop e il futuro. Mie le responsabilità…

Pubblicato 5 aprile 2017

Coppa Italia, Roma fuori con la Lazio, Spalletti: “Mi prendo la responsabilità”

“Sono stato al giochino che siamo fortissimi, ma se lo siamo dobbiamo vincere, e se non ci siamo riusciti di qualcuno sarà la colpa… Ma quando siamo partiti lo scorso anno eravamo a 12 punti dal Napoli, 6-7 dall’Inter, e 5-6 dalla Fiorentina”

04 aprile 2017 – Milano

è una sconfitta che ci dispiace ma non possiamo cambiare il passato – ha dichiarato Luciano Spalletti al termine del derby di ritorno in Coppa Italia, vinto con un 3-2 che non è bastato per andare in finale – la Roma ha fatto abbastanza bene secondo me… ma quando vieni da quel risultato all’andata devi stare particolarmente attento. Alla prima volta che sono venuti giù hanno fatto gol, e in quei casi c’è il rischio di perdere la testa. Di pressare in maniera scriteriata e lasciare spazi, cosa che in parte ci è anche successo, in occasione del secondo gol”.

LE RESPONSABILITA’ — “Bisogna sempre prendere atto del verdetto del campo, e fare un’analisi corretta – continua – purtroppo abbiamo fatto ottimi numeri, tante cose, sbagliando però quei due appuntamenti con le cose importanti. Quando prendi gol cambia tutto i contesto della partita, ma tutto quel contorno rimane. Ho messo il mio futuro in mano ai miei calciatori: se non si vince bisogna prendersi delle responsabilità. Ora c’è un’altro traguardo da superare, un lavoro importantissimo da fare, nelle partite che rimangono: la nostra posizione in classifica è straordinaria, quando siamo partiti lo scorso anno eravamo a 12 punti dal Napoli, 6-7 dall’Inter, 5-6 dalla Fiorentina. Adesso ce la giochiamo con il Napoli, e stiamo provando a diminuire la distanza con la Juventus: dovremo essere bravi a non disperdere energie con questa sconfitta. La qualificazione secondo me l’abbiamo persa col secondo gol della prima partita”.

IL FUTURO  — “Non è il momento di parlare del mio futuro – conclude – io sono stato al gioco che siamo fortissimi, ma se siamo fortissimi dobbiamo vincere. Se non vinco però l’allenatore ci avrà messo del suo, e qualcuno le sue responsabilità dovrà prendersele. E contro il Lione secondo me si poteva passare, anche se siamo stati un po’ sfortunati. E anche oggi non ci siamo giocati benissimo gli episodi che potevano cambiare lo scorrimento della partita”. O, forse, che potevano cambiare anche il corso della sua seconda avventura romana.

Fonte: LA GAZZETTA DELLO SPORT

 


Tags: , , , , , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
Spalletti, il flop e il futuro. Mie le responsabilità…
Rating dell'autore