Samp, resta solo la cordata-Vialli: Ferrero non scende da quota 100. Ma Genova preme

Pubblicato 3 agosto 2019

Samp, resta solo la cordata-Vialli: Ferrero non scende da quota 100. Ma Genova preme

Oggi blucerchiati in amichevole a Monaco, per il presidente vita blindata e clima ostile: la piazza vuole il cambio di proprietà. Ma non c’è l’accordo, a partire dal nodo sulle plusvalenze di Andersen e Praet

3 agosto Genova

Il confine fra presente (gestione-Ferrero) e futuro blucerchiato (Vialli presidente) rimane labile, ma non offre ad oggi alcuna certezza in termini temporali. Il presidente blucerchiato è pronto – non da ieri – a cedere la Sampdoria, ma solo alle condizioni ed al prezzo (100 milioni) da lui stabilito almeno cinque mesi fa. Oggi, scaduta la prelazione per gli inglesi di Aquilor, l’unico pretendente conosciuto rimane CalcioInvest LCC, la cosiddetta cordata-Vialli, che ha nei finanzieri Jamie Dinan e Alex Knaster i due investitori principali. La loro proposta, però, è stata sin qui respinta al mittente: 45 milioni cash, altri venti legati alla permanenza in A della Samp nelle prossime due stagioni, più una parte della plusvalenza realizzata grazie alla cessione di Andersen (avvenuta) e Praet (che potrebbe concretizzarsi a breve). A ciò andrebbe aggiunto un prestito di circa dieci-dodici milioni che Edoardo Garrone farebbe al gruppo-Vialli per aumentare la parte cash, avvicinandosi a quota 100. Sulla carta, il cambio di proprietà potrebbe avvenire in tempi non lunghi, ma il presidente non accetta la formula, che prevede appunto fra l’altro per il pagamento una quota relativa alla cessione di giocatori già nell’organico blucerchiato.

CLIMA OSTILE – Stasera il presidente sampdoriano sarà nel Principato al “Louis II” per seguire l’amichevole della Samp contro il Monaco: per lui, adesso, a Genova il clima si è fatto però quanto mai ostile, per il sentimento di buona parte della piazza blucerchiata che vede nel possibile arrivo di Vialli la possibilità di inseguire sogni ambiziosi, come furono quelli della Sampd’oro di Vialli stesso e Mancini a fine anni Ottanta. Uno scenario futuro, dunque, ad oggi imprevedibile, anche se mai avrebbe pensato Ferrero stesso di dover fare una vita quasi blindata ogni volta in cui mette piede sotto la Lanterna. Com’è avvenuto ieri, quando con i figli ha deciso di andare a far visita alla squadra ed a Di Francesco al campo di Bogliasco. E, fuori dai cancelli, ha trovato un blindato della Polizia.

Fonte: GAZZETTA.IT


Tags: , , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
Samp, resta solo la cordata-Vialli: Ferrero non scende da quota 100. Ma Genova preme
Rating dell'autore