Pronti, via ed è subito Liverpool show: poker al Norwich. Ma Alisson va k.o.

Pubblicato 10 agosto 2019

Pronti, via ed è subito Liverpool show: poker al Norwich. Ma Alisson va k.o.

Scatta con una goleada il campionato inglese: i Reds campioni d’Europa dilagano 4-1 e tutti i gol già nel primo tempo: autogol di Hanley, poi a segno Salah, Van Dijk e Origi. Rete della bandiera ospite nel secondo tempo con Pukki. Infortunio al polpaccio per il portiere brasiliano: salterà la Supercoppa di mercoledì contro il Chelsea

9 agosto Milano

Stessa squadra, stesso risultato. Il Liverpool, campione d’Europa in carica, non ha bisogno di stimoli nuovi per far bene. Con Klopp, d’altronde, è difficile avere la pancia piena. E così i Reds, nonostante un mercato non particolarmente esaltante, aprono le danze in Premier League con un poker al Norwich. Finisce 4-1, con i gol di Salah (al 19’), Van Dijk (28’) e Origi (42’), anche se la partita si è sbloccata con l’autorete di Hanley al 7’. Inutile, al 64’, il gol di Pukki. Nel primo tempo il Liverpool ha perso Alisson per un infortunio al polpaccio: il portiere brasiliano salterà la Supercoppa Europea di mercoledì col Chelsea.

LA GARA – Klopp schiera i suoi con il 4-3-3 con Salah e Origi larghi e Firmino al centro. Al primo affondo il Liverpool va già avanti: dopo una bella discesa di Origi sulla sinistra il belga mette un pallone tagliato al centro che Hanley cicca mandando alle spalle del proprio portiere per l-0. È appena la seconda volta nella storia della Premier che il primo gol del campionato è in realtà un’autorete (l’altro sfortunato fu Kyle Walker nel 2015-16). Il Norwich in realtà prova anche a reagire ma Stiepermann prima (al 10’) e Pukki dopo (al 15’) sono imprecisi. Al contrario il Liverpool è spietato: al 19’ arriva il raddoppio di Salah che, da posizione ravvicinata, batte Krul. I Reds trovano perfino il 3-0 su angolo battuto da Salah e deviato in porta di testa da Van Dijk al 28’. Sembra tutto troppo bello e facile per la squadra di Klopp che al 39’, dopo 3 minuti di sosta, deve sostituire però Alisson per un problema muscolare. Nonostante questo però il Liverpool continua a macinare gioco e al 42’ realizza il quarto gol con Origi, bravo a finalizzare di testa un cross di Alexander Arnold.

LA RIPRESA – Nel secondo tempo, paradossalmente, il Liverpool attacca ancora di più e sfiora il quinto gol prima con Henderson al 48’ (bella parata di Krul), poi con Firmino al 49’ (palo da posizione ravvicinata). Il Norwich sembra sparito dal campo tanto che i Reds creano quasi di inerzia: al 54’ Salah è leggermente impreciso con un bel tiro di sinistro, mentre Fabinho calcia troppo debolmente al 55’ per mettere in difficoltà il portiere avversario. A metà ripresa si sveglia, improvvisamente, il Norwich: al 62’ Leitner (ex Lazio) prende la traversa da ottima posizione, mentre Pukki, al 64’, sfrutta benissimo l’imbucata di Buendia per battere Adrian in uscita. Da quel momento però il Liverpool torna padrone del campo senza concedere altre occasioni agli ospiti, conquistando i primi tre punti della stagione. Ricominciando da dove aveva finito: vincendo. Con gli stessi stimoli e la stessa fame di sempre.

Fonte: GAZZETTA.IT


Tags: , , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
Pronti, via ed è subito Liverpool show: poker al Norwich. Ma Alisson va k.o.
Rating dell'autore