Portogallo, 3-2 in Polonia Ora l’Italia non può perdere

Pubblicato 12 ottobre 2018

Nations League, Polonia-Portogallo 2-3: l’Italia si gioca tutto con i polacchi

André Silva, l’autogol di Glik e Bernardo Silva fanno volare i portoghesi a sei punti. Ancora in gol Piatek. Azzurri e Polonia a uno e domenica c’è lo scontro diretto a Chorzow per evitare la retrocessione: in caso di sconfitta, la squadra di Mancini sarebbe fuori

11 ottobre 2018 – Milano

Tifavamo per il pareggio invece tra Polonia e Portogallo è finita con la vittoria dei portoghesi per 3-2. Il risultato di Chorzow rende complicatissimo per l’Italia sperare di vincere il gruppo 3 della Lega A e trasforma lo scontro diretto di domenica sera tra polacchi e azzurri (entrambi a un punto) in uno spareggio per evitare la retrocessione in Lega B della Nations League: in caso di sconfitta, la Nazionale sarebbe fuori visto che la Polonia andrebbe a più tre con un vantaggio di punti e di gol negli scontri diretti, primi criteri considerati in caso di arrivo a parimerito. Se arrivasse un pari, sarebbe invece tutto rimandato all’ultima giornata: Italia-Portogallo (17 novembre a San Siro) e Portogallo-Polonia (20 novembre a Guimaraes).
SEMPRE PIATEK — Non c’è Cristiano Ronaldo in Polonia, ma il Portogallo ha imparato a giocare alla grande anche senza il suo fuoriclasse. Prima dello show dei portoghesi però c’è spazio per il solito gol di Piatek, il primo con la maglia della nazionale polacca: al 18′ il bomber del Genoa sovrasta Cancelo e di testa mette in porta il cross di Kurzawa da calcio d’angolo. Il pareggio arriva al 32′ con un’altra conoscenza del calcio italiano, l’ex milanista André Silva, ora al Siviglia: l’attaccante portoghese, servito da Pizzi, batte Fabianski con un facile tocco ravvicinato. La partita cambia, la Polonia accusa il colpo e la squadra di Fernando Santos sorpassa dopo avere sciupato un paio di occasioni. Lancio di Ruben Neves e stop a seguire delizioso con il quale Rafa Silva taglia fuori Fabianski in uscita: Glik cerca il recupero alla disperata in scivolata, ma riesce solo a toccare il pallone in porta e a togliere un gol al portoghese che sarebbe stato tra i più belli della Nations League.
TRIS DI BERNARDO SILVA — Il Portogallo non toglie il piede dall’acceleratore e in apertura di ripresa segna il terzo gol con Bernardo Silva: sul sinistro dal limite del trequartista del Manchester City, Fabianski però non è impeccabile. La Polonia ha il merito di non mollare e a un quarto d’ora dalla fine torna in partita: Grosicki scappa via sulla fascia e mette al centro dove Blaszczykowski, con una splendida girata di destro, batte Rui Patricio. Le proteste portoghesi sono roventi perché c’è il dubbio che il pallone sia uscito dal campo prima del cross. Lewandowski e compagni però non hanno la forza per pareggiare la partita, anzi rischiano più volte di incassare il quarto gol nel finale. Finisce 3-2 per i portoghesi che volano a sei punti e si avvicinano alla fase finale della competizione: per Polonia e Italia, entrambe a un punto, domenica sarà spareggio.
LE ALTRE — Oltre a Polonia-Portogallo, stasera altre sei sfide di Nations. In Lega B, pari senza gol tra Russia e Svezia (gruppo 2). Nella Lega C, Israele “ribalta” la Scozia 2-1 nell’equilibratissimo gruppo 1 (le due nazionali e l’Albania sono a 3 punti). Successi pesanti in trasferta per la Romania (2-1 in Lituania) e la Serbia (2-0 in Montenegro) nel gruppo 4: al comando ci sono i serbi con sette punti. Nella Lega D, successi per Azerbaigian (3-0 alle Isole Far Oer) e Kosovo (3-1 in casa contro Malta).
Fonte: LA GAZZETTA DELLO SPORT

Tags: , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
Portogallo, 3-2 in Polonia Ora l’Italia non può perdere
Rating dell'autore