Piatek: Secondo anno e 9 sulle spalle, niente paura. Punto la Champions e il trono del gol

Pubblicato 26 luglio 2019

Piatek: “Secondo anno e 9 sulle spalle, niente paura. Punto la Champions e il trono del gol”

Riservato ma deciso, il polacco del Milan si racconta: “Mio padre mi ha insegnato a lavorare duro, io lo faccio e ho sempre fame di reti. E questa volta voglio andare finalmente in Europa”

26 luglio Milano

Krzysztof Piatek è un Robocop col sorriso, ma ha concetti ricorrenti quando si racconta: “L’obiettivo principale è giocare in Champions e il dispiacere più grande è non esserci già riuscito”, ha detto nell’intervista a Marco Pasotto sulla Gazzetta dello Sport di oggi. “Quando sono arrivato in Italia, chi l’avrebbe detto che avrei segnato più di CR7… Ma io voglio migliorare e diventare capocannoniere. Farò di tutto per riuscirci”. Il padre è una figura chiave: “Mi ha insegnato a lavorare duro. La sua esistenza è sempre stata così. È il primo allenatore della mia vita, molti pregi del mio carattere arrivano dalla sua figura”.

NIENTE PAURA – “La maglia numero 9? Sono felice, di averla sulle spalle. Da uno a dieci sono felice… undici. Il 9 è un numero importante per un attaccante, tutti i migliori ce l’hanno. Non credo alla scaramanzia: per me la 9 è la normalità, andrà tutto bene come con la 19. La cosa non mi fa paura”. E ancora: “Si dice che la seconda stagione è sempre più difficile della prima? Per me non è mai stato così. Sono sempre riuscito a migliorarmi”.

Fonte: GAZZETTA.IT


Tags: , , , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
Piatek: Secondo anno e 9 sulle spalle, niente paura. Punto la Champions e il trono del gol
Rating dell'autore