Nibali entusiasma in fuga Van Baarle centra addetto

Pubblicato 7 settembre 2018

Nibali scatenato all’attacco, il francese Geniez vince, Formolo 6°. Caos all’arrivo

Dodicesima tappa, in Galizia: il leader della Nazionale dimostra di aver recuperato dalla caduta al Tour. Geniez batte Van Baarle e Padun (gregario di Nibali), in evidenza anche Brambilla e Conti. Nibali chiude 17° a 2’54”. Il gruppo a 11’39”. Salto mortale dell’olandese Van Baarle, che subito dopo lo sprint vola su un membro dell’organizzazione caduto in mezzo alla strada (strettissima) dopo essere stato toccato da Geniez

06 settembre 2018 – Milano

E dopo lo show di Vincenzo Nibali arriva la vittoria del francese Alexander Geniez (Ag2R), che batte Van Baarle (Sky) e Padun (Bahrain-Merida); sesto Davide Formolo a 5”, che si è staccato nell’ultimo chilometro. Settimo Gianluca Brambilla a 24”, 10° Valerio Conti a 2’29” e 17° Nibali a 2’54”. Lo spagnolo Jesus Herrada (Cofidis), che corre sulla bici italiana Kuota, è il nuovo leader, visto che il gruppo ha dato spazio alla fuga dei 18 ed è arrivato a 11’39”. Tanta paura subito dopo l’arrivo: Van Baarle, lanciatissimo per lo sprint, vola in aria con un salto mortale dopo aver centrato un addetto dell’organizzazione caduto in mezzo alla strada, strettissima, e già toccato dal francese Geniez. Van Baarle si rialza e viene portato a spalla da due membri dello staff della squadra britannica.
SEGNALI — Ancora Vincenzo Nibali in fuga, ancora una giornata elettrizzante alla Vuelta nel nome del leader della Nazionale di Davide Cassani. Dopo i primi cento chilometri a 48 km/h di media nella tappa di mercoledì, Nibali si è scatenato anche oggi nella giornata che attraversa la Galizia: dodicesima tappa, Mondonedo-Faro de Estaca de Bares, 181 km. E’ stato lui a far nascere la fuga che ha deciso la corsa: diciotto all’attacco, con Formolo, Conti e Brambilla, e gruppo che ha alzato bandiera bianca, pensando al trittico di montagna che da venerdì a domenica metterà ordine in classifica. A bordo strada, il c.t. Cassani può finalmente sorridere: il suo leader c’è. A 49 giorni dalla caduta sull’Alpe d’Huez al Tour per colpa di un fotografo-tifoso e dopo l’operazione di vertebro-plastica per risolvere la frattura composta alla decima vertebra toracica, lo Squalo è pronto ad azzannare il Mondiale di Innsbruck, domenica 30 settembre.

Fonte: LA GAZZETTA DELLO SPORT


Tags: , , , , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
Nibali entusiasma in fuga Van Baarle centra addetto
Rating dell'autore