Musica elettronica, torna il Nextech Festival con tante sorprese alla consolle

Pubblicato 11 settembre 2018

Musica elettronica, torna il Nextech Festival con tante sorprese alla consolle

Appuntamento da giovedì 20 a sabato 22 settembre

Firenze, 4 settembre 2018 – Un ritratto sonoro della nuova musica elettronica internazionale. A Firenze arriva la XII edizione di Nextech Festival: il 20, 21 e 22 settembre fra La Compagnia, la nuova location Club 21 e la Fortezza Da Basso. Il Festival di musica elettronica organizzato da Atomic Event, Musicus Concentus, Reflex Culture e Tinì e realizzato con il contributo dell’Estate Fiorentina 2018,  inaugura giovedì 20 al Cinema La Compagnia con il gradito ritorno, dopo il bel live del 2014 in Sala Vanni, di Demdike Stare.

Il duo di Manchester composto da Sean Canty e Miles Whittaker si caratterizza per una forma techno densa di contaminazioni dub, dalle tonalità cupe ed esoteriche. A partire dall’acclamato Elemental (Modern Love, 2012), ha dapprima sperimentato e poi sposato soluzioni elettroniche sempre più variegate. Nel  2016, sempre per l’etichetta Modern Love, hanno dato alle stampe Wonderland, accolto dalla stampa specializzata come l’album della loro consacrazione artistica.

Dal 2009 sono titolari di Dds (Distort Decay Sustain), etichetta discografica che ha pubblicato, fra gli altri, lavori di Nate Young, Stephen O’ Malley e Shackleton. I Demdike Stare si sono dedicati anche a collaborazioni nell’ambito del cinema, del soundscape teatrale e della videoarte, e hanno evoluto negli anni il loro concetto di dj-set, estendendo la durata dei loro set ad intere nottate.

Non è un caso quindi che la loro performance, in questo specifico caso e in questa specifica location, sia accompagnata dai visual di Michael England, artista noto nell’universo elettronico per le sua collaborazione con la celebre etichetta Warp – in particolare con gli Autechre – ma anche per il suo percorso artistico nell’ambito dell’animazione, del cinema e della fotografia.

L’esibizione dei Demdike Stare con Michael England sarà introdotta dai torinesi OZmotic, musicisti e artisti multidisciplinari che hanno esordito nel 2015 collaborando con Fennesz per Aireffect, e hanno appena pubblicato il terzo album, Elusive Balance, per la prestigiosa label londinese Touch. Ad oggi sono i primi artisti italiani a pubblicare un album per quella che è a tutti gli effetti una delle più longeve e autorevoli label indipendenti di musica elettronica sperimentale del mondo, con artisti del calibro di Biosphere, Jim O’Rourke, Mika Vainio, Oren Ambarchi, Philip Jeck, Ryoji Ikeda, Thomas Köner, per citarne alcuni.

La serata di venerdì vede il Club 21 aggiungersi alle numerose location che in oltre un decennio hanno ospitato il Nextech. Con questa “new entry” il festival rinsalda la sua presenza nel cuore della città di Firenze, sempre più vicino al suo pubblico vecchio e nuovo. Ospiti speciali della serata i Booka Shade – da anni assenti in Toscana – composti da Walter Merziger e Arno Kammermeier, per una eccezionale performance live del loro International Hybrid Tour, in cui presentano Cut The Strings, l’album pubblicato a primavera.

Sabato 22 la “tradizionale” chiusura del festival alla Fortezza Da Basso, un momento caratterizzato come sempre dalle sonorità techno più autentiche. Grande ospite in consolle Amelie Lens, una delle top dj del momento. Sarebbe difficile, se non impossibile, trovare un altro artista la cui carriera è esplosa e cresciuta tanto in fretta come la sua: la giovane belga in poco più di un anno è passata da un relativo anonimato all’essere una delle dj/ producer più richieste al mondo.

In compagnia della giovane Lens, Joy Kitikonti: artista poliedrico, con diversi anni di carriera alle spalle, successi discografici ed artistici, collaborazioni e riconoscimenti.

Fonte: LA NAZIONE


Tags: , , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
Musica elettronica, torna il Nextech Festival con tante sorprese alla consolle
Rating dell'autore