Le ultime dai campi di A Milan: a Cagliari out Cutrone Nella Juve enigma Dybala

Pubblicato 13 settembre 2018

Serie A, le probabili formazioni della quarta giornata

Si ricomincia con l’Inter a Parma senza Vrsaljko e Lautaro-Icardi in dubbio. Nel Napoli c’è Hamsik verso il rientro in regia dal 1’. Tra i bianconeri De Sciglio è in vantaggio su Cancelo e Cuadrado

12 settembre 2018 – Milano

Conclusi gli impegni delle nazionali, torna la Serie A. Si gioca già sabato dalle 15 con l’Inter impegnata a Parma e a seguire il Napoli al San Paolo contro la Fiorentina, nel match più affascinante di questa quarta giornata. Nerazzurri e campani impegnati al sabato perché poi già martedì torneranno in campo con i primi impegni stagionali di Champions League. Il Milan chiuderà la domenica in Sardegna contro il Cagliari, mentre il sipario su questo turno calerà solo lunedì sera con Spal-Atalanta. Ecco le ultime indicazioni dai campi.
GUARDA LE PROBABILI FORMAZIONI DEL QUARTO TURNO DI A
INTER-PARMA — Sabato ore 15
Inter: Ci sono diverse situazioni da valutare. Fuori dai giochi Vrsaljko, che ha dei problemi al ginocchio sinistro. Lautaro Martinez è sempre alle prese con un fastidio al polpaccio. Icardi dovrebbe andare in panchina in vista della sfida di Champions contro il Tottenham, quindi Keita sarà l’unica punta, con Politano, Nainggolan e Perisic a supporto.
Parma: Gervinho è già inamovibile nel tridente con Inglese e Di Gaudio. Grassi ha dei problemi muscolari e in mediana potrebbe non esserci. Costretti al forfait Dezi, Munari, Ciciretti e Biabiany. Scozzarella ha subìto un’elongazione al polpaccio ed è stato sottoposto a terapie.

NAPOLI-FIORENTINA — Sabato ore 18
Napoli: Meret è tornato parzialmente a lavorare col gruppo, ma per adesso Ospina resta il titolare fino al suo rientro e punta al riscatto come ha spiegato suo papà Hernan: “L’obiettivo di David è essere titolare e fare una buona stagione col Napoli. Mi aspetto che venga riscattato”. Il tridente contro i viola sarà composto ancora da Callejon, Milik e Insigne. Rispetto alla debacle di Genova, Hamsik torna in regia, con Allan e Zielinski ai suoi lati.
Fiorentina: Simeone intoccabile al centro dell’attacco, così come Chiesa, mentre il tridente potrebbe essere completato da Pjaca (in vantaggio su Eysseric). Torna Veretout titolare a centrocampo, invece tra i pali Lafont non ha ancora del tutto recuperato e toccherà a Dragowski.
FROSINONE-SAMPDORIA — Sabato ore 20.30
Frosinone: Daniel Ciofani e Hallfredsson hanno recuperato, l’islandese potrebbe anche partire titolare. Nel terzetto di difesa spazio ancora a Brighenti e Krajnc, mentre sulla fascia destra Zampano vuole esserci dopo aver smaltito alcune noie muscolari.
Sampdoria: Dietro al tandem Quagliarella-Defrel si giocano una maglia Ramirez e Caprari. Ballottaggio anche in difesa tra Tonelli e Colley. È tornato in gruppo Praet. Tagliato fuori Saponara per una lesione al bicipite femorale.
ROMA-CHIEVO — Domenica ore 12.30
Roma: Dopo l’infortunio con la Bosnia Manolas sarà comunque convocato: ha una leggera distorsione alla caviglia sinistra. Si vedrà se farlo giocare altrimenti toccherà alla coppia Fazio-Marcano. Out Pastore. Schick e Florenzi hanno svolto un lavoro differenziato: al posto dell’italiano potrebbe esserci Karsdorp anche in ottica Champions. Forse Nzonzi giocherà al posto di De Rossi e Perotti non è escluso che possa debuttare in attacco.
Chievo: Giaccherini si riappropria del posto in attacco, a discapito di Djordjevic, già alle prese con dei fastidi muscolari. Anche Rigoni salterà i giallorossi. In difesa Cacciatore tornerà al centro, mentre Barba è confermato a dinistra.
GENOA-BOLOGNA — Domenica ore 15.00
Genoa: Almeno due o tre settimane di stop per Favilli, in attacco l’alternativa agli inamovibili Piatek e Pandev resta l’ex Milan Lapadula. Durante il break per gli impegni delle nazionali sono rientrati in gruppo Sandro, Spolli e Romulo. Lisandro Lopez prosegue con le terapie mediche.
Bologna: Da Costa arruolabile almeno per la panchina, dal 1’ giocherà ancora Skorupski. I guai fisici tengono sempre fuori Palacio, le punte saranno Santander e Falcinelli. Restano fuori causa Paz e Donsah.
JUVENTUS-SASSUOLO — Domenica ore 15.00
Juventus: I bianconeri saranno impegnati mercoledì in Champions contro il Valencia quindi spazio al turnover. Potrebbe riposare un centrale di difesa (forse Rugani per Benatia) e un centrocampista (Bentancur favorito su Pjanic). In attacco scalpitano Dybala e Douglas Costa, che potrebbe rilevare Bernardeschi. Il terzino destro dal 1’ dovrebbe essere De Sciglio, in vantaggio su Cancelo e Cuadrado.
Sassuolo: Babacar ambisce a una maglia nel tridente d’attacco, in cabina di regia spazio all’ex rossonero Locatelli anche se ha lavorato a parte con Di Francesco e Peluso. In difesa confermato il terzetto già visto nelle prime tre di campionato, con una sola modifica: Lemos potrebbe lasciare il posto a Marlon, che ha scontato la squalifica.
UDINESE-TORINO — Domenica ore 15.00
Udinese: Scuffet insediato da Musso per la porta, ma dovrebbe conservare il posto. Rientra Mandragora dopo la squalifica per il contestato caso della bestemmia. Rientrati in gruppo Troost Ekong e Balic, differenziato per Barak e Wague. Samir intanto ha prolungato il contratto che lo lega con la società friulana fino al 2023.
Torino: Baselli ha recuperato la condizione e partirà titolare nella posizione di play, prendendo il posto di Rincon, con Soriano e Meitè ai suoi lati. Sempre out l’infortunato Ansaldi. Rischia la stessa sorte Ola Aina: è pronto Berenguer, ma è in ballottaggio con Parigini. In attacco ancora panchina per Zaza, davanti giocano Iago Falque e Belotti.
EMPOLI-LAZIO — Domenica ore 18.00
Empoli: Antonelli non rientrerà prima di due mesi, toccherà a Pasqual rimpiazzarlo. Non ce la fa nemmeno Maietta, anche lui infortunatosi contro il Chievo prima della sosta. Bennacer reclama un posto nei tre di centrocampo.
Lazio: È rimasto a riposo precauzionale Marusic, alle prese con un fastidio alla schiena ma a disposizione per Empoli, mentre Inzaghi non dovrebbe convocare Berisha, ai box da due mesi a causa di una lesione muscolare alla coscia. Lukaku e Luiz Felipe proseguono la riabilitazione, al posto di quest’ultimo ci sarà Wallace.
CAGLIARI-MILAN — Domenica ore 20.30
Cagliari: Tante conferme per Maran, che non deve far fronte ad alcuna emergenza. Anzi, avrà anche il rientro di Joao Pedro, la cui lunga squalifica scade proprio alla vigilia della sfida domenicale contro i rossoneri. Potrebbe entrare a gara in corso perché a supporto delle punte ci sarà ancora Ionita. Lavorano a parte Rafael e Ceppitelli.
Milan: Con l’Under 21 Cutrone ha rimediato un trauma distorsivo alla caviglia sinistra, con esclusione di lesioni gravi. Nessun allarme, ma per precauzione salterà la trasferta sarda. Tra gli indisponibili rimane Montolivo, mentre è arruolabile Zapata. In difesa Musacchio ancora una volta preferito a Caldara. Regia sempre affidata a Biglia. Bakayoko e Laxalt pronti a subentrare dalla panchina.
SPAL-ATALANTA — Lunedì ore 20.30
Spal: Petagna e Antenucci devono guardarsi dalla concorrenza di Paloschi, che vorrebbe una chance dal 1’. A centrocampo c’è Valdifiori in preallarme perché Costa e Schiattarella lamentano dei problemi muscolari.
Atalanta: Da monitorare le condizioni di Toloi, se non dovesse farcela per il posticipo giocherà Mancini al suo posto. In attacco torna il Papu Gomez, andando a far coppia con Zapata e Pasalic a supporto: panchina per Rigoni. Gollini favorito su Berisha tra i pali. Lo sloveno Ilici ha ormai ripreso ad allenarsi con i compagni ed è prossimo alla convocazione.
Fonte: LA GAZZETTA DELLO SPORT

Tags: , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
Le ultime dai campi di A Milan: a Cagliari out Cutrone Nella Juve enigma Dybala
Rating dell'autore