Lazio, il capo ultrà Diabolik ucciso con un colpo di pistola alla testa

Pubblicato 8 agosto 2019

Lazio, il capo ultrà Diabolik ucciso con un colpo di pistola alla testa

Fabrizio Piscitelli è stato ammazzato in serata lungo la via Tuscolana. In passato era stato arrestato per narcotraffico

7 agosto Milano

Violenza e sangue a Roma. In serata è morto Fabrizio Piscitelli, noto come “Diabolik”, storico capo ultrà degli Irriducibili, gruppo di supporter biancocelesti. L’uomo, che in passato era stato arrestato per narcotraffico, secondo le prime notizie sarebbe stato ucciso con un colpo di pistola alla testa sparato da un uomo alle sue spalle, sulla via Tuscolana.

Le prime informazioni parlerebbero di un’esecuzione per strada per un regolamento di conti, forse proprio per motivi di droga. L’allarme è stato dato da un passante, che ha assistito all’aggressione improvvisa al parco degli Acquedotti. A Piscitelli, 53 anni, erano stati confiscati due milioni di euro per aver promosso e finanziato un traffico di droga dalla Spagna.

Fonte: GAZZETTA.IT


Tags: , , , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
Lazio, il capo ultrà Diabolik ucciso con un colpo di pistola alla testa
Rating dell'autore