La tragica fine di Pernell Whitaker: la boxe piange una delle sue leggende

Pubblicato 16 luglio 2019

La tragica fine di Pernell Whitaker, leggenda della boxe

Uno dei miti del pugilato scompare a 55 anni travolto da un’auto in una località balneare.

Sopravvivere a uno degli sport più pericolosi, ma poi trovare la morte a carriera finita, travolto da un’auto in una località balneare. Questo il tragico destino che ha strappato alla vita a 55 anni Pernell Whitaker, una delle leggende di tutti i tempi del pugilato.

L’appuntamento con il destino per l’ex pugile nativo di Norfolk, in Virginia, è scattato proprio a pochi chilometri da casa, a Virginia Beach, città dove risiedeva. Secondo quanto diffuso dal sito Tmz, Whitaker è stato investito in una zona poco popolare, mentre attraversava un incrocio. I soccorsi sono stati chiamati subito, ma l’ex pugile è morto per le ferite riportate durante l’incidente. Dopo il ritiro si era dedicato a scoprire nuovi talenti. Lascia quattro figli. Whitaker, passato alla storia anche con il soprannome di “Sweet Pea”, ha avuto una carriera fulminante, da dilettante, iniziando a combattere ad appena nove anni, come da professionista ed è parte della “International Boxing Hall of Fame”.

Medaglia d’argento ai Campionati del mondo del 1982 e oro ai Giochi Panamericani di Caracas nel 1983, sconfiggendo quell’Ángel Herrera Vera che lo aveva battuto un anno prima, nel 1984 ha conquistato l’oro olimpico a Los Angeles. Poi, in 18 anni da professionista, tra il 1984 e il 2001, ha vinto il titolo mondiale in quattro categorie di peso diversi: IBF, WBC e WBA dei pesi leggeri, IBF dei welters jr, WBC dei welters e WBA dei medioleggeri. Lo score parla di 40 vittorie sui 45 incontri disputati, 17 delle quali per k.o., affrontando leggende come Cesar Chavez (con cui finì pari) e Oscar De La Hoya.

Tra il 1993 e il 1997 Whitaker è stato considerato il miglior pugile al mondo. Tra i primi a ricordarlo Earvin “Magic” Johnson, il mito dei Los Angeles Lakers: “Whitaker era della stessa classe di Muhammad Ali e Sugar Ray Leonard, uno dei combattenti migliori che abbia mai visto”.

Fonte: SPORT VIRGILIO


Tags: , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
La tragica fine di Pernell Whitaker: la boxe piange una delle sue leggende
Rating dell'autore