La 4×200 sl uomini ci fa sognare. Avanti anche la Quadarella e la Panziera

Pubblicato 26 luglio 2019

La 4×200 sl uomini in finale col miglior tempo. Avanti anche la Quadarella e la Panziera

Il quartetto formato da Megli, Ciampi, Ballo e Di Cola tocca in 7’04”97, non lontano dal record italiano. Simona in finale degli 800 col 4° tempo, Margherita in semifinale dei 200 dorso col 3°

26 luglio Gwangju

La terzultima sessione di batterie ai Mondiali promuove la 4×200 sl azzurra in finale col miglior tempo, Margherita Panziera in semifinale dei 200 dorso col 3° tempo e la neo campionessa iridata Simona Quadarella col 4° tempo negli 800 (finale sabato). Avanza il semifinale col 7° tempo anche Elena Di Liddo, compagna di stanza della Quadarella, mentre escono sia i due sprinter, Andrea Vergani e Luca Dotto che i due delfinisti dei 100, il campione europeo Piero Codia e Federico Burdisso, quarto nei 200.

MARGHERITA VA – La Panziera vince l’ultima batteria dei 200 dorso in 2’08” e si piazza dietro Regan Smith, americana da record mondiale juniores in 2’06”01 e l’olimpionica-iridata Katinka Hosszu, autrice di 2’08”34. L’azzurra, campionessa europea, ha nuotato tra le australiane McKeown (2’09”17) e Atherton (2’09”32), passando in 30”30, 1’02”78, 1’35”72 e distendendosi nella parte centrale sino a controllare nell’ultima vasca. Dice Margherita, che detiene il primo tempo al mondo in 2’05”72: “Il mio obiettivo era cercare di entrare tra le prime cinque col minore sforzo possibile perché ci sono altri due turni e sicuramente si accuserà la fatica”. Nei 100 delfino, Codia lamenta il mal di schiena e tocca in 53”09 (24”53), solo 26° tempo, in compagna dell’olimpionico Joseph Schooling, 24° in 52”93. Federico Burdisso è 19° in 52”65. In testa c’è l’americano detentore, Caeleb Dressel in 50”28 (23”44). Sarebbe bastato 22”27 per entrare in semifinale nei 50 sl. Il bronzo europeo Andrea Vergani, rimedia solo un 22”56, e l’ex campione mondiale Luca Dotto 22”49. In testa c’è Dressel in 21”49 su Proud, 21”69.

MOSCHETTIERI – Un’ottima 4×200 fa tremare il record italiano di 7’03”48 di Roma 2009 (gommato), si prende la corsia numero 4, il primo tempo in 7’04”97 e si qualifica anche per l’Olimpiade di Tokyo (bastava arrivare tra le prime 12). Filippo Megli, reduce dalla finale col doppio record nei 200 sl, parte in prima frazione e dà il cambio a 1’46”79; Matteo Ciampi passa in testa nel secondo duecento con una frazione da 1’46”79, idem fa in terza Stefano Ballo che raccoglie uno spaziale 1’45”66, infine Stefano Di Cola tocca in 1’46”10, per un 7’04”97 davanti agli Usa di Zach Apple 7’06”86. In finale Gabriele Detti prenderà il posto di Ciampi.

TORNA SUPERSIMO – Ritorna in acqua la neo campionessa mondiale dei 1500, Simona Quadarella, per le batterie degli 800 e tocca con il quarto tempo in 8’20”86 (4’09”10), poi assiste alla gara a tre tra le due americane Leah Smith e Katie Ledecky, rientrata ieri dopo il virus che l’aveva messa k.o. nella 4×200 sconfitta dalle australiane, tra cui Ariarne Titmus, che precede proprio la romana nel ranking degli 800. Due anni fa, Simona entrò in finale: stavolta punta al podio. “Sarà una gara diversa, più tirata” e più divertente.

RISULTATI Batterie. Uomini. 50 sl: Dressel (Usa) 21”49, Proud (Gb) 21”69, Morozov (Rus) 21”70, 29. Dotto 22”49, 34. Vergani 22”56; 100 farf.: Dressel (Usa) 50”28, Milak (Ung) 51”42, Minakov (Rus) 51”54, 19. Burdisso 52”65, 26. Codia 53”09; 4×200: Italia 7’04”97 (Megli 1’46”79, Ciampi 1’46”42, Ballo 1’45”66, Di Cola 1’46”10), Russia 7’05”28, Usa 7’06”86, Australia 7’06”97. Donne. 800 sl: L. Smith (Usa) 8’17”23, Ledecky 8’17”42, Titmus (Aus) 8’19”43, 4. Quadarella 8’20”86, 14. Gabbrielleschi 8’35”03. 200 dorso: Regan Smith (Usa, ‘02) 2’06”01 (1’00”94, rec. mon. juniores, prec. 2’06”43 del 2018), Hosszu (Ung) 2’08”34, Panziera 2’08”51, 4. Masse (Can) 2’09”18. 50 farf.: Sjostrom (Sve) 25”39, Dahlia (Usa) 25”70, Osman (Egi) 25”71, 7. Di Liddo 26”03.

Finali e semifinali dalle 13 italiane, diretta Rai 2, Rai Sport.

Fonte: GAZZETTA.IT


Tags: , , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
La 4×200 sl uomini ci fa sognare. Avanti anche la Quadarella e la Panziera
Rating dell'autore