Insigne attacca Sarri: “Lui alla Juve? Un tradimento. E vogliamo batterlo”

Pubblicato 16 luglio 2019

Insigne attacca Sarri: “Lui alla Juve? Un tradimento. E vogliamo batterlo”

L’attaccante del Napoli: “James o altri campioni saranno i benvenuti, io voglio stare qui a vita”. Manolas: “Voglio fare un gol importante come quello al Barcellona”

15 luglio Dimaro

Lorenzo Insigne infiamma la piazza quando gli viene chiesto di Maurizio Sarri: “Per noi napoletani la sua scelta della Juventus è stato un tradimento. Ora dobbiamo batterlo sul campo. Faremo di tutto per vincere lo scudetto. E se arriveranno altri campioni come James saranno i benvenuti vogliamo vincere”. Cori e applausi e il capitano aggiunge: “Anche senza la fascia, quando era capitano Marek, ho sempre aiutato i compagni e lo farò sempre. Le parole del presidente le ho interpretate nel modo migliore, come stimolo, per dare il 100% il prossimo anno. Sono ancora giovane ma voglio rimanere a vita al Napoli”. Boato.

CARLETTO SCHERZA – Carletto scherza Ma il top arriva quando dal pubblico interviene tale Carlo: “Vengo da Reggiolo. Volevo sapere da Insigne: com’è che in Nazionale giochi meglio che al Napoli. L’animaccia tua…”. Risate per il blitz di Ancelotti e Lorenzo risponde a tono: “Lo sai la colpa è sempre dell’allenatore…”. E poi il capitano aggiunge su altra domanda: “Il difetto di Ancelotti? Il modulo. Scherzo… ancora devo trovarglielo”.

MERTENS INNAMORATO – Fra i giocatori che rispondono alle domande dei tifosi c’è Dries Mertens: “Già giocare per il Napoli è un sogno, battere il record di Maradona un sogno realizzato, fare più gol di tutti al Napoli ancora di più! Voglio firmare e restare per battere altri record e fare di più. Sto bene in questa città, me ne sono innamorato e mi piace che mi chiamate Ciro. Darei tutto me stesso per vincere qualcosa di importante”.

ECCO MANOLAS – C’è pure il nuovo acquisto Kostas Manolas: “Contro il Napoli quale giocatore mi ha messo più in difficoltà? All’Olimpico Dries Mertens quando ha messo la doppietta”. Poi racconta: “Ho trovato un clima molto familiare con il Napoli. Ho incontrato Lorenzo, il capitano, che mi ha accolto molto bene e lo ringrazio. Vedo una squadra molto organizzata. Perché sono andato via dalla Roma? Non ve lo dirò, è una cosa mia personale. Gol contro il Barcellona? Lo ricordo e voglio rifarne uno importante qui”.

Fonte: GAZZETTA.IT


Tags: , , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
Insigne attacca Sarri: “Lui alla Juve? Un tradimento. E vogliamo batterlo”
Rating dell'autore