Dani Olmo, il talento che ha avuto il coraggio di dire no al Barça

Pubblicato 5 luglio 2019

Euromercato: Dani Olmo, il talento che ha “snobbato” il Barça

L’esterno spagnolo ha lasciato la Masia per giocare e crescere in Croazia dimostrando il proprio valore

Contro il Belgio ha segnato il primo gol ufficiale con l’Under 21 spagnola, ma il nome di Dani Olmo è di quelli cerchiati in rosso dai maggiori scout europei. Talento precoce, la giovane carriera di questo attaccante spagnolo è particolare per come si sta sviluppando. Cresciuto nel Barcellona dopo un primo all’Espanyol, infatti, lo stesso Olmo ha scelto di misurarsi subito con i più grandi esordendo a 16 anni nel campionato croato con la Dinamo Zagabria, prendendo il posto di Halilovic e collezionando presenze, minuti e consensi dal 2014 a oggi dove sembra finalmente pronto a un salto in avanti.

Nella stagione appena conclusa il suo bottino racconta di dodici gol e nove assist in tutte le competizioni con la maglia della Dinamo, con prestazioni – oltre la freddezza dei numeri – che lo hanno fatto notare anche in Europa League. Il suo sogno è quello un giorno di tornare da vincente al Barcellona, ma l’Europeo Under 21 è un’ottima vetrina per allargare il range di scelta.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Nasce attaccante e sicuramente è un giocatore offensivo che può svariare su tutto il fronte d’attacco. Il meglio di sé lo può dare come ala destra grazie alla prestanza fisica e al dribbling importante, con la tecnica della scuola spagnola è un giocatore che se manterrà costanza nella crescita può diventare importantissimo.

La sua versatilità comunque è il vero punto di forza come con la Spagna, vedasi contro il Belgio, in cui gioca più da trequartista-rifinitore che da esterno. Buona l’accelerazione, riesce a non perdere qualità nella tecnica pur con una velocità sopra la norma. Fisicamente può e deve crescere ancora, ma per giocare nel campionato italiano deve migliorare nella fase difensiva e di collaborazione coi compagni.

Se il presidente della Dinamo Zagabria Zdravko Mamic ha esagerato definendolo “migliore di Boban e Prosinecki alla sua età”, per stile di gioco possiamo accostarlo a Deulofeu, forse con più visione di gioco periferica sulla trequarti.

Fonte: SPORTMEDIASET


Tags: , , , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
Dani Olmo, il talento che ha avuto il coraggio di dire no al Barça
Rating dell'autore