Controsorpasso Liverpool Tottenham, harakiri al 90′!

Pubblicato 1 aprile 2019

Premier League, Liverpool all’ultimo respiro. È di nuovo in vetta

La sfida col Tottenham decisa al 90′ da un autogol di Alderweireld provocato da Salah dopo le reti di Firmino e Lucas. Ora il Manchester City è a -2 ma con un match da recuperare

31 marzo 2019 – Cardiff (Galles)

I dettagli possono talvolta consistere in una semplice autorete ed è in questo modo che il Liverpool riesce a superare 2-1 il Tottenham: il tocco sfortunato al 90’ di Alderweireld, dopo un pasticcio di Lloris, permette infatti ai Reds di sorpassare nuovamente il Manchester City e di risalire in vetta alla Premier. Gli Spurs ci restano male e dopo la ripresa giocata pancia a terra hanno le loro buone ragioni per ritrovarsi con il morale a terra, ma i dieci ko in campionato ribadiscono i difetti strutturali di una squadra imperfetta. Le quattro sconfitte nelle ultime cinque gare di Premier fanno invece scattare l’allarme: la qualificazione per la prossima Champions si è improvvisamente complicata.
FIRMINO — Sotto gli occhi di Pep Guardiola, il Liverpool spicca il volo al 16’: il cross di Robertson ispira la capocciata di Firmino. I Reds viaggiano ad alta velocità lungo le corsie esterne, con lo scozzese Robertson che sta vivendo una stagione da favola e l’emergente Alexander-Arnold. A centrocampo, Milner e Wijnaldum lavorano bene. Una girata di Mané al 19’ fa sussultare il popolo dell’Anfield, ma al 33’ Alli sfiora il pareggio: triangolazione veloce con Eriksen e botta imprecisa del trequartista inglese. Salah ha voglia di gol, ma l’egiziano perde sempre l’attimo fuggente.
EMOZIONI — Nella ripresa il Tottenham ha un altro passo. Robertson salva il Liverpool sulla conclusione a colpo di sicuro di Eriksen, liberato da una respinta di Allison. Salah ci prova al 69’, ma al 70’ ecco l’1-1. Kane fa ripartire l’azione su punizione – il pallone è in movimento, ma Atkinson non interviene -, Trippier innesca Eriksen e sul servizio del danese, Lucas Moura non ha pietà. Il pareggio è un colpo di frusta per il Liverpool. Origi sostituisce Henderson e all’81’ cerca il colpaccio, ma la vera chance passa tra i piedi di Alli, sull’ennesimo suggerimento di Eriksen. I Reds si salvano e l’errore di Lloris provoca l’autorete di Alderweireld. Klopp libera la sua gioia. Il Liverpool è di nuovo in cima alla Premier. La battaglia d’Inghilterra continua.
RIBALTONE CHELSEA — Ma i colpi di scena non erano mancati nemmeno prima, tra Cardiff e Chelsea. La straordinaria capacità del calcio di smentirsi e di smentire con un gol, o con un semplice colpo di fortuna, viene ribadita a Cardiff, dove il Chelsea, in svantaggio 1-0 all’84’ e con i tifosi Blues che invocano l’esonero di Maurizio Sarri, vince 2-1 grazie alla rete in fuorigioco di Azplicueta e al sorpasso di Loftus-Cheek al 91’. L’84’ è il minuto che sconvolge il match. Può lasciare il segno anche in classifica. Sul corner di Willian, Alonso fa la torre e corregge il pallone verso il centro. Azpilicueta è in abbondante fuorigioco al momento della partenza. Lo spagnolo supera Etheridge di testa, il Chelsea pareggia e il copione è stravolto. Il Cardiff, passato in avvio di ripresa grazie ad una splendida botta dello spagnolo Camarasa, è stordito dall’ingiustizia e nel recupero, sul cross di Willian, Loftus-Cheek non perdona, con un’altra capocciata. Il Chelsea rivede la luce e si porta ad un punto dal Manchester United. Il Cardiff, che aveva dimezzato il divario rispetto alla linea della salvezza, torna a meno 5 da Burnley, Southampton e Brighton.
IL MATCH — Vento, freddo e i postumi del break internazionale frenano il Chelsea nel primo tempo. Sarri ha sorpreso tutti, lasciando Hazard e Kanté in panchina. Il Cardiff, con il suo 4-5-1, cerca di non commettere errori. Il match ha un sussulto solo al 38’, quando Willian su punizione sfiora il palo. Due minuti dopo, la deviazione di Alonso dal centro dell’area è troppo molle. La partita è noiosa, ma Camarasa, con la botta sull’assist di Arter, dà la scossa in avvio di ripresa. I tifosi del Chelsea invocano il licenziamento di Sarri e quando Jorginho viene sostituito da Loftus-Cheek, partono cori ironici nei confronti del centrocampista italiano. Al 77’ saluta tutti anche Higuain, tra i peggiori in assoluto: entra Giroud. Il Cardiff controlla senza problemi, ma la rete in fuorigioco di Azpilicueta riapre il discorso. La zuccata di Luftus-Cheek fa respirare Sarri. Neil Warnock, manager dei gallesi, a fine match è furibondo. Sarri cerca di calmarlo. Warnock dice qualcosa a brutto muso all’arbitro Pawson. I tifosi del Cardiff applaudono, ma il gol irregolare di Azpilicueta potrebbe costare il ritorno in Championship alla squadra gallese.
Fonte: LA GAZZETTA DELLO SPORT

Tags: , , , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
Controsorpasso Liverpool Tottenham, harakiri al 90′!
Rating dell'autore