Commisso aspetta Montella a New York. E cerca Batistuta

Pubblicato 12 giugno 2019

Commisso aspetta Montella a New York. E cerca Batistuta

Venerdì l’incontro tra il neopatron viola e il tecnico che dovrebbe restare alla guida. Si tratta col “Re Leone”: per lui un ruolo da uomo immagine e un tandem tecnico con Antognoni. E su Veretout: “Forse è meglio venderlo”

12 giugno New York

Rientrati a New York ieri sera con un volo privato da Milano, il nuovo proprietario della Fiorentina, Rocco Commisso, e il suo braccio destro, Joe Barone, continueranno a lavorare alacremente per la società appena acquistata. Per venerdì è previsto il primo contatto faccia a faccia con Vincenzo Montella, che tornato dalla vacanza in Bhutan è stato convocato nella Grande Mela. L’Aeroplanino sbarcherà a New York venerdì mattina e s’incontrerà con il suo nuovo datore di lavoro a Manhattan, in un luogo mantenuto segreto, nel primo pomeriggio. Con ogni probabilità si tratterà di un colloquio cordiale giusto per confrontarsi su alcuni aspetti della gestione sportiva, perché non ci sono dubbi che il tecnico, già alla guida della Viola per tre campionati fra il 2012 e il 2015, verrà confermato. Montella e la sua filosofia di calcio piacciono a Commisso e ai suoi collaboratori e la Fiorentina andrà avanti con lui. Soprattutto adesso che Rocco ha deciso di riportare a Firenze nel ruolo di direttore sportivo, Daniele Pradè, che aveva già lavorato nella società gigliata proprio negli anni in cui Montella era in panchina.

BATIGOL – Nella serata di venerdì si cercherà di organizzare un incontro fra Montella e i soci del Viola Club New York, perché l’idea è di riavvicinare il più possibile la squadra alla città. Intanto, chi è vicino a Commisso smentisce che il neo proprietario o qualche suo rappresentante abbiano parlato fino a questo momento con Enrico Chiesa, papà e agente di Federico. Anche se c’è la chiara volontà di trattenerlo per un’altra stagione. Chi invece, parola dello stesso Commisso a La Nazione, è a rischio cessione è Veretout: “Forse è meglio venderlo”, ha detto. Intanto si sta trattando sul fronte Gabriel Batistuta. L’argentino, che aveva vestito la maglia Viola fra il 1991 e il 2000 ed è un idolo di Firenze, è stato visto entrare nei giorni scorsi all’hotel Savoy di Piazza della Repubblica dove pernottava Rocco e il suo entourage. Se l’accordo andrà in porto, l’idea è di impiegare BatiGol in un ruolo di dirigente immagine per rappresentare la società ai vari programmi televisivi e di affiancarlo a Giancarlo Antognoni anche per decisioni tecniche. Entrambi poi farebbero riferimento a Barone. Commisso e Barone hanno in programma di rientrare a Firenze entro il 24 giugno per assistere alla finale del Calcio Storico, un altro modo per essere vicini ai fiorentini.

Fonte: GAZZETTA.IT


Tags: , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
Commisso aspetta Montella a New York. E cerca Batistuta
Rating dell'autore