Chelsea, solita folle estate. Via senza tecnico. Per Lampard si tratta ancora

Pubblicato 1 luglio 2019

Chelsea, solita folle estate. Via senza tecnico. Per Lampard si tratta ancora

Venerdì c’è il raduno ma i Blues non hanno ancora trovato l’accordo con il Derby County per portare l’ex giocatore dei londinesi a Stamford Bridge

1 luglio Londra

C’è il sole a Londra, ma non c’è l’allenatore al Chelsea ed è la solita estate. La Gran Bretagna si è goduta un fine settimana con un caldo semiafricano, il festival di Glastonbury è stato un successone all’insegna del divieto delle bottiglie di plastica, l’aspirante premier Boris Johnson continua a fare strafalcioni – è caduto sulle cifre del salario minimo – e il Chelsea è sempre il Chelsea, ovvero il club più imprevedibile e discutibile della Premier League. Ogni estate Blues ha il suo tormentone: nel 2015 la lite tra José Mourinho e la dottoressa Eva Carneiro; nel 2017 il messaggino di Antonio Conte per liquidare Diego Costa; un anno fa i primi allenamenti guidati dallo stesso Conte in attesa dell’accordo con Maurizio Sarri; ora, dopo l’addio di Sarri, un’estenuante trattativa con il Derby County per riportare alla base Frank Lampard, un pezzo di storia Blues dall’alto di 648 presenze, 211 gol – primatista assoluto del club –, 11 trofei e 13 stagioni dal 2001 al 2014. Il Derby ha esentato Lampard dalle prime 48 ore di lavoro: i Rams, sconfitti dall’Aston Villa nella finale playoff di Championship il 27 maggio, hanno ripreso proprio oggi la preparazione. Giovedì il Derby volerà in Florida e non si sa chi accompagnerà la squadra: per ora il ruolo di manager è vacante.

SCONTO – Il problema è che, nonostante tutto, il Chelsea e il Derby non hanno ancora trovato l’accordo. I Rams chiedono 4,5 milioni di euro per liberare l’allenatore, ma il Chelsea vuole lo sconto. Con Lampard sarebbe stato raggiunta un’intesa per un contratto triennale da 4,5 mln a stagione e sarà il primo tecnico inglese dopo 23 anni a sedere sulla panchina Blues: l’ultimo della lista fu Glenn Hoddle nel 1996. In teoria è tutto fatto, in pratica bisogna attendere ancora e il Chelsea sta per rimettersi al lavoro. Il raduno è fissato infatti per venerdì 5 luglio al centro sportivo di Cobham, preceduto dalle visite mediche. Non solo: l’ex portiere Petr Cech, tornato al Chelsea nel ruolo di dirigente, ha spiegato che “non c’è solo Lampard in corsa per l’incarico di manager”. Cech e Lampard sono stati i simboli del decennio d’oro dei Blues e conoscono bene l’ambiente: i meno sorpresi dalla solita estate tormentata del Chelsea, in fondo, sono proprio loro.

Fonte: GAZZETTA.IT


Tags: , , , , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
Chelsea, solita folle estate. Via senza tecnico. Per Lampard si tratta ancora
Rating dell'autore