Binotto: Rispettiamo la decisione dei giudici, ma è sbagliata

Pubblicato 1 luglio 2019

GP Austria, Binotto: “Rispettiamo la decisione dei giudici, ma è sbagliata”

Il team principal della Ferrari deluso dai giudici che non hanno retrocesso Verstappen secondo in favore di Leclerc: “Non ha avuto lo spazio necessario ed è stato spinto fuori dalla pista. Dobbiamo lasciare i piloti liberi di lottare. Ma capiamo che è una decisione presa per lo sport”

30 giugno Milano

Tanta attesa e speranza di veder ribaltato il verdetto della pista, ma alla fine i giudici della Fia non hanno cambiato l’ordine d’arrivo del GP d’Austria: primo Verstappen, secondo Leclerc. “Rispettiamo la decisione, ma è sbagliata. Bravo Verstappen, ha fatto una gara fantastica come Leclerc, ora voltiamo pagina”, dice Mattia Binotto, team principal della Ferrari, in conferenza stampa. “Non c’è penalità, gli steward hanno deciso di non intervenire. Però Leclerc non ha avuto lo spazio necessario e Verstappen lo ha spinto fuori dalla pista. Dobbiamo lasciare i piloti liberi di lottare. Non siamo felici della decisione ma capiamo che è stata presa per lo sport”, ha continuato Binotto. Sorrisi e soddisfazione nella Red Bull, con il team manager Horner apparso ovviamente molto soddisfatto subito dopo l’annuncio della decisione.

DUELLO CON LA FIA – Poi in merito a un possibile duello politico con la Fia, Binotto specifica: “Il nostro stile non è quello di battere i pugni, vi assicuro che dietro le quinte stiamo già facendo tanto. Sulla scelta delle gomme sono dispiaciuto, la riunione era un’occasione per tutti ma altri team hanno guardato solamente al loro interesse”. Infine sulle prossime gare: “Ci sono piste che ci favoriscono e altre meno ma è altrettanto vero che nelle ultime tre gare abbiamo fatto due pole. Ci saranno altre piste difficili, come lo è stata il Paul Ricard, ma siamo convinti di aver preso la strada giusta con gli aggiornamenti. Affronteremo le prossime gare con lo stesso spirito”.

Fonte: GAZZETTA.IT


Tags: , , , , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
Binotto: Rispettiamo la decisione dei giudici, ma è sbagliata
Rating dell'autore