Beli, vittoria da spettatore McConnell trascina Phila

Pubblicato 13 febbraio 2018

Nba, Philadelphia-New York 108-92, slitta l’esordio di Belinelli

L’azzurro resta in panchina nel largo successo dei Sixers sui Knicks. Insolita tripla doppia di TJ McConnell

Non arriva l’esordio di Marco Belinelli contro New York, Philadelphia comunque regola i Knicks e conquista il suo quarto successo consecutivo.
Philadelphia-New York 108-92
Un paio di ore dopo la firma con i 76ers, Beli con il suo 18 si accomoda in panchina al Wells Fargo Center e si gode lo spettacolo dell’insolita tripla doppia (10 punti, 10 rimbalzi e 11 assist, conditi anche da sei recuperi) di uno straordinario TJ McConnell. C’e’ anche Allen Iverson a bordocampo per la prima (almeno a referto) dell’azzurro in maglia 76ers. I rimaneggiati Knicks provano a rallentare la coppia Embiid-Simmons, ma nei primi minuti soprattutto l’australiano produce giocate sublimi. Ci pensa Dario Saric a dare la spinta giusta all’attacco di Philadelphia che nel primo quarto gira a pieno regime. New York risponde con le triple di Beasley e Lee ma nel finale della frazione si scalda Redick, Philadelphia muove il pallone che è un piacere sul perimetro, chiude in crescendo e tocca il vantaggio in doppia cifra.
Nel secondo quarto la difesa dei 76ers però si concede troppe pause e finisce per pagare dazio all’energia dei Knicks. La scossa per la squadra ospite arriva dalla produzione di Lee. Saric e Redick provano a tenere a distanza New York che però inizia a prendere ritmo in attacco e fa male alla distratta difesa di Phila. Arrivano anche i canestri di Tim Hardaway Jr., la compagine newyorchese si avvicina e la partita si complica per i 76ers. Kanter e Beasley così riportano in scia i Knicks, che limitano i danni e arrivano al riposo in ritardo di due sole lunghezze.
I padroni di casa provano a riprendere la loro marcia in apertura di ripresa. Dalla lunga distanza Redick ed Embiid riprendono a punire le leggerezze difensive dei Knicks. Philadelphia torna al +10 ma deve fare i conti con un caldissimo Jack che si inventa una serie di giocate da cinema. New York torna a pungere in attacco, si avvicina e pareggia i conti con il canestro dalla media distanza di Kanter. Otto punti in meno di due minuti di Covington nel finale della terza frazione ricacciano indietro i Knicks. Philadelphia mostra un approccio molto diligente nei primi minuti del quarto periodo, attacca con disciplina, affidandosi alla verve di uno scatenato McConnell, e allunga. I Knicks ci mettono del loro con una serie di evitabilissimi turnover e 6’50’ dalla sirena la tripla di Saric regala così il +15 alla squadra di casa. New York non ne ha più e alza bandiera bianca. Nel Garbage Time coach Brown non inserisce Marco Belinelli (come aveva prospettato nel prepartita), l’esordio dell’azzurro quindi è rinviato alla sfida di mercoledì, sempre al Wells Fargo Center con gli Heat.
Philadelphia: Saric 24 (4/6 da due e 4/6 da tre), Redick 18, Embiid 17. Rimbalzi: McConnell 10. Assist: McConnell 11.
New York: Beasley 22 (7/14, 2/3), Lee 18, Kanter 17. Rimbalzi: Kanter 13. Assist: Hardaway, Kanter 3.
Fonte: LA GAZZETTA DELLO SPORT

Tags: , , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
Beli, vittoria da spettatore McConnell trascina Phila
Rating dell'autore