Bayern pronto per la Juve Tutto facile col Werder: 5-0

Pubblicato 13 marzo 2016

Bundesliga, il Bayern è pronto per la Juve: 5-0 al Werder

Doppiette per Müller e Thiago Alcantara, a segno anche Lewandowski. Coman ispirato: tre assist. Il vantaggio sul Borussia Dortmund torna momentaneamente a +8

Nella 26ª giornata di Bundesliga il Bayern risponde alla vittoria della Juventus e batte il Werder per 5-0 tornando momentaneamente a +8 sul Dortmund che giocherà domani col Mainz. Decisivi i gol di Thiago al 9’ e Müller al 31’, ottimo però anche Coman, che ha servito l’assist in entrambi i casi. Nella ripresa il secondo sigillo personale di Müller e Thiago, oltre alla rete di Lewandowski. Il Bayern non ha però giocato a ritmi particolarmente alti, chiudendo la partita già a fine primo tempo e risparmiandosi in vista della sfida di mercoledì coi bianconeri.
LA PARTITA — Prima del fischio d’inizio Lahm, che settimana scorsa a Dortmund ha festeggiato la sua 300esima in Bundesliga col Bayern, è stato premiato da Rummenigge. Guardiola schiera ancora una volta la difesa a 4, con Benatia e Kimmich centrali. Vidal e Lewandowski in panchina, Robben direttamente in tribuna. La notizia di giornata è l’impiego di Mario Götze dal 1’: il campione tedesco, infortunatosi in nazionale l’8 ottobre scorso, è rimasto seduto in panchina per tutte le ultime 5 partite ufficiali, provocando diverse polemiche. Mario, in campo per 54’, ha cercato più volte il gol, dimostrandosi pimpante, ma alla lunga si è adeguato al ritmo della partita. Gara che si sblocca già al 9’: Coman sulla destra crea il panico con un’accelerazione improvvisa e serve poi un pallone teso al centro sul quale Götze non arriva per pochi centimetri ma che Thiago trasforma invece in gol. Il Bayern controlla la partita senza mai soffrire, come dimostra anche il possesso palla, a lunghi tratti superiore all’80%. Al 31’ il 2-0: è ancora Coman a creare scompiglio sulla destra e a raggiungere il fondo, da lì serve Müller che in girata raddoppia. Al 65’ Thomas fa 3-0 su azione d’angolo. Nel finale le reti di Lewandowski (86’) e Alcantara (90’), su terzo assist di Coman. Il Werder però oggi è sembrato davvero poca cosa. D’altronde se Junuzuvic e Fritz si erano fatti squalificare di proposito per saltare la sfida coi bavaresi, era facilmente intuibile che da Brema sarebbero andati a Monaco solo per onor di firma.
CURIOSITÀ — Quello di Thiago al 9’ è il gol casalingo più veloce della stagione del Bayern. I bavaresi con oggi hanno vinto tutte e cinque le ultime partite giocate a Monaco col Werder segnando 26 gol in totale (6-0, 5-2, 6-1, 4-1 e 5-0). Mai nella storia il Bayern ha perso in casa dopo aver segnato il primo gol della partita nelle sfide giocate contro il Brema (27 vittorie, 5 pareggi). Curiosamente però nessuna squadra della Bundesliga ha battuto il Bayern più spesso del Werder (26 vittorie). Solo il Borussia Moenchengladbach ha segnato ai bavaresi più gol in campionato rispetto agli odierni avversari (120 a 119). Quella di oggi è la prima partita ufficiale nella quale Lewandowski è partito dalla panchina dal 22 settembre in poi. Quel giorno il polacco entrò in campo a fine primo tempo contro il Wolfsburg col Bayern sotto per 1-0 ma riuscì a segnare i famosi 5 gol in 9 minuti. Oggi si è accontentato di farne uno…
LE ALTRE — Il Borussia Moenchengladbach travolge l’Eintracht del neoassunto Niko Kovac per 3-0 ed è così quarto in classifica. Raffael, autore del momentaneo 2-0, ha realizzato il suo terzo gol stagionale da fuori area. In questa particolare classifica è il miglior giocatore della Bundesliga, così come il Borussia stesso, che in totale di reti da fuori ne ha realizzate 10. L’Hoffenheim batte 1-0 il Wolfsburg che in settimana ha raggiunto i quarti di finale di Champions League. I padroni di casa, vincendo, hanno agganciato l’Eintracht al terzultimo posto in classifica, quello che vale lo spareggio a fine anno. Sprofonda invece l’Hannover sempre più ultimo: battuto a domicilio dal Colonia per 2-0, ha perso per la prima volta nella storia 6 partite in fila sul suo terreno. Rappresentano un record negativo del club anche le 4 gare casalinghe consecutive senza segnare. La retrocessione è sempre più concreta. Finisce invece 3-3 fra Ingolstadt e Stoccarda. Pareggio per 2-2 fra Darmstadt e Augsburg. Gli ospiti nella loro storia non avevano mai recuperato due gol di svantaggio. Nell’Augsburg, inoltre, altro record societario: ha infatti esordito Albian Ajeti, che con i suoi 19 anni e 15 giorni è il più giovane di sempre. Auguri.
Fonte: LA GAZZETTA DELLO SPORT

Tags: , , , , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
Bayern pronto per la Juve Tutto facile col Werder: 5-0
Rating dell'autore