Acque inquinate, la denunica di Goletta Verde: “In Toscana situazione critica alle foci dei fiumi”

Pubblicato 28 giugno 2018

Acque inquinate, la denunica di Goletta Verde: “In Toscana situazione critica alle foci dei fiumi”

Su venti punti monitorati da Legambiente, nove sono risultati con cariche batteriche molto elevate. Pronti gli esposti per le foci del Torrente Carrione a Marina di Carrara e del Fosso di Mola all’Elba

Acque toscane sempre più a rischio inquinamento. A rivelarlo è il lavoro svolto dalla squadra tecnica di “Goletta Verde”, la storica campagna di Legambiente dedicata al monitoraggio e all’informazione sullo stato di salute delle coste e delle acque italiane. Su venti punti monitorati in Toscana, nove sono risultati con cariche batteriche molto elevate e quattro con cariche batteriche elevate. E sono in particolare i fiumi a continuare a riversare in mare scarichi non depurati, che rischiano di compromettere la qualità del mare e di quei tratti di costa, con gravi conseguenze non soltanto per l’ecosistema marino, ma anche per i bagnanti. “La salute dei nostri mari è sempre più a rischio a causa della maladepurazione, dei rifiuti galleggianti e spiaggiati e delle continue illegalità ambientali, che seguitano a sfregiare coste e territori italiani – afferma Davide Sabbadin, portavoce di Goletta Verde – purtroppo anche in Toscana i risultati deludenti in prossimità di numerosi foci e canali non ci sorprendono”.

Il monitoraggio è stato eseguito tra il 13 e il 19 giugno 2018 in venti punti considerati “critici”, scelti in base alle segnalazioni non solo dei circoli di Legambiente ma degli stessi cittadini attraverso il servizio SOS Goletta. Sono state così prese in esame le foci dei fiumi, i torrenti, gli scarichi e i piccoli canali che si affacciano sulle spiagge. Tre i punti monitorati in provincia di Massa Carrara, tutti giudicati come “fortemente inquinati”: la foce del torrente Carrione a Marina di Carrara; la foce del torrente Lavello in località Partaccia a Massa, dove è stato trovato un buon quantitativo di spazzatura usa e getta, e la foce del fiume Brugiano, a Ronchi, sempre nel comune di Massa. Quest’ultimo è stato monitorato quest’anno per la prima volta. Due i punti monitorati in provincia di Lucca. La foce del Fosso Montrone, in località “La Focetta” a Pietrasanta è stato giudicato “inquinato”, mentre il punto sulla foce del Fosso dell’Abate, a Lido Camaiore, nel Comune di Viareggio, è indicato come “fortemente inquinato”. Due i punti analizzati anche in provincia di Pisa: “inquinato” il punto sulla foce del canale del Navicelli a Calambrone, nel Comune di Pisa. Entro i limiti di legge, invece, le analisi rilevate alla foce del fiume Serchio, a Migliarino nel Comune di Vecchiano.

Dei sette punti monitorati in provincia di Livorno, tre sono risultati “fortemente inquinati”, due “inquinati” e altrettanti entro i limiti. Tra i “fortemente inquinati” c’è la spiaggia fronte Fosso Camilla a Marina di Bibbona, un punto mai monitorato fino a oggi. Poi lo scarico in via Salivoli a Marina di Salivoli nel Comune di Piombino e la foce del Fosso di Mola/Fossone a Mola, tra i territori comunali di Capoliveri e Porto Azzurro. “Inquinati”, invece, il punto a mare fronte Fosso della Madonnina, in località Punta della Rena a Portoferraio, e nei dintorni della spiaggia al Moletto del Pesce a Marciana Marina. Nessun problema per la foce del canale Scolmatore, tra i Comuni di Livorno e Pisa, e sulla spiaggia lido di Capoliveri, anche questo punto inedito per le misurazioni dei tecnici di Goletta Verde. Tra i sei punti analizzati in provincia di Grosseto, due sono stati giudicati “fortemente inquinati”: la foce del fiume Gora a Follonica e la località Neghelli a Orbetello, in prossimità di uno sversamento sulla spiaggia oggetto mesi fa anche di una denuncia pubblica da parte dei cittadini. Entro i limiti di legge, invece, i punti monitorati sulla foce del canale San Rocco a Marina Di Grosseto; la foce del fiume Albegna, in località Bocche di Albegna nel Comune di Orbetello e due spiagge nel Comune di Monte Argentario (quella di fronte al canale a Poggio Pertuso – Cala Galera e quella in prossimità di una stazione di pompaggio in località Pozzello).

La Goletta Verde affiancherà alla denuncia pubblica sullo stato delle acque anche un’azione giuridica, presentando – nel caso della Toscana – due esposti sulle situazioni più critiche: uno per la foce del Fosso di Mola / Fosso Centrale, in località Mola, tra i Comuni di Capoliveri e Porto Azzurro, all’Isola d’Elba (Li); l’altro per la foce del torrente Carrione, a Marina di Carrara (Ms), da dieci anni il sito più inquinato della costa toscana. “Quella di quest’anno è una fotografia che ci restituisce per l’ennesima volta una Toscana a due facce – commenta Fausto Ferruzza, presidente di Legambiente Toscana – quella ancora incerta della Toscana settentrionale (con l’unica bella eccezione di Marina di Vecchiano) e quella eccezionale, con performance ambientali paragonabili alla Sardegna, della Maremma Grossetana”.

Per quanto riguarda la classifica delle illegalità compiute nel 2017 ai danni del mare contenuta nel dossier “Mare Monstrum”, basato sul lavoro delle Forze dell’ordine e delle Capitanerie di Porto, la Toscana occupa il settimo posto (su quindici regioni) con 1.297 infrazioni accertate (il 7,6% del totale nel Paese), 1.717 persone arrestate e denunciate e 291 sequestri effettuati: “La Toscana ha 2,2 infrazioni per ogni chilometro di costa – aggiunge Sabbadin – con numeri maggiori nell’ambito delle illegalità nel ciclo dei rifiuti e del cemento, e nei reati legati al codice della navigazione. Noi non vogliamo solo informare e sensibilizzare i cittadini, ma negli ultimi due anni abbiamo anche presentato alle autorità preposte esposti sui punti più critici individuati, nella speranza che si intervenga per accertare le responsabilità, sanando le situazioni più delicate”.

Fonte: LA REPUBBLICA


Tags: , , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
Acque inquinate, la denunica di Goletta Verde: “In Toscana situazione critica alle foci dei fiumi”
Rating dell'autore