Abate-Zapata che sorpresa Adesso sono indispensabili

Pubblicato 12 dicembre 2018

Milan, Abate e Zapata nuovi titolarissimi: esperienza a servizio

Il colombiano gioca dal 1′ da sette gare di fila, il terzino destro stupisce impiegato da centrale: i veterani delle coppe ora dovranno blindare i rossoneri ad Atene contro l’Olympiacos

11 dicembre 2018 – Milano

Non parlate di emergenza a Ignazio Abate e Cristian Zapata, perché la strana coppia che da qualche tempo si è sistemata davanti a Donnarumma sembra tutto tranne che improvvisata. Eppure è sostanzialmente così: l’idea è nata dopo il k.o. con la Juve, quando Gattuso si è ritrovato a dover fare a meno di Musacchio e capitan Romagnoli, centrali titolari fermati dai problemi a ginocchio e polpaccio. Il tecnico rossonero ha approfittato della sosta per le nazionali per provare una nuova linea difensiva che prevedeva la presenza del terzino destro a fianco del colombiano, prima in un assetto a tre, poi nella classica disposizione con i terzini ai lati: il “debutto” con la Lazio ha regalato buone sensazioni, le partite con Parma e Torino hanno fornito certezze.
SORPRESA ABATE — Tra i due, chi ha stupito di più è senza dubbio Abate, visto che in quindici anni di carriera il 32enne cresciuto nel vivaio rossonero non aveva mai ricoperto il ruolo di centrale. Con la fascia da capitano al braccio – in caso di assenza tocca a Zapata – Ignazio non ha fatto rimpiangere i titolari e contro il Torino ha superato l’esame Belotti con una prestazione di grande personalità. Quella che non manca nemmeno al compagno di reparto, ormai presenza fissa tra i titolari da sette partite consecutive: a velocità e senso della posizione, Zapata ha abbinato anche una buona propensione per la fase di impostazione e San Siro ha gradito (un’azione palla al piede nel match di domenica ha strappato l’applausi dello stadio).
ESPERIENZA DA COPPA — Nello 0-0 con il Toro, secondo clean sheet stagionale dopo il successo per 1-0 a Udine (dove Zapata era già titolare, insieme a Romagnoli che la decise nel recupero), si è materializzata la serata perfetta: Gigio ha contribuito con due parate da supereroe, Abate e Zapata hanno sofferto pochissimo e sbagliato ancora meno. Dall’infermeria arrivano finalmente buone notizie (Musacchio è vicino al rientro, Romagnoli quasi), ma la coppia che dovrà blindare il Diavolo giovedì sera ad Atene sarà ancora quella dei “nuovi titolarissimi”, due giocatori in scadenza a giugno che hanno convinto il Milan a rallentare la corsa a un centrale in vista di gennaio. Contro l’Olympiacos servirà anche e soprattutto l’esperienza internazionale, Abate e Zapata sono piuttosto attrezzati: hanno giocato in Champions e battuto il Barcellona di Messi…
Fonte: LA GAZZETTA DELLO SPORT

Tags: , ,



Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Riepilogo
Recensito da
vicinivicini
Data revisione
Articolo
Abate-Zapata che sorpresa Adesso sono indispensabili
Rating dell'autore